mercoledì 2 agosto 2017

Fumettisti d'Invenzione! - 116

Mi permetto di integrare il divertente e interessantissimo volume di Alfredo Castelli con altri “fumettisti d’invenzione” e simili.
In grassetto le categorie in cui ho inserito la singola segnalazione e la pagina di riferimento del testo originale.

CARTOONIST COME PROTAGONISTA – SERIE (pag. 19)

AIRBOY (IDEM)
(Stati Uniti 2015, © James Robinson & Greg Hinkle, supereroi, umorismo)
James Robinson, Greg Hinkle

Lo sceneggiatore James Robinson viene ingaggiato dalla Image Comics per rilanciare Airboy, un vecchio personaggio (realmente esistente) ormai di dominio pubblico. Preso dall’autocommiserazione e coerentemente con l’immagine di disperato viveur che ostenta di essere, Robinson coinvolge il disegnatore che ha scelto per il progetto, Greg Hinkle, in una sarabanda di sesso e droga tramite cui entrambi finiranno nell’universo narrativo di Airboy!

CINEMA  (pag. 81)

AMERICAN ULTRA (idem)
(Stati Uniti 2015, azione, commedia)
Regia:Nima Nourizadeh; sceneggiatura:Max Landis, con Jesse Eisenberg (Mike Howell), Kristen Stewart (Phoebe Larson)

Mike, anonimo impiegato in un emporio con una certa predilezione per le droghe, è in realtà un micidiale agente dormiente della CIA facente parte del programma segreto ULTRA. Per ammazzare il tempo (oltre a rollarsi uno spinello dietro l’altro) si diletta a realizzare un fumetto: The Adventures of Apollo Ape and Chip the Brick.

Fuori tema: fumettisti non d’invenzione: citazioni, caricature, camei; fumetti biografici; metafumetti e autoreferenzialità; parodie
CITAZIONI, CARICATURE, CAMEI (pag. 61)

SEVEN SOLDIERS OF VICTORY (IDEM)
(Stati Uniti 2005, © DC Comics, supereroi, fantascienza, fantasy, poliziesco)
Grant Morrison (T), disegnatori vari (D)

Rimodernando un concept che risale al 1941 e variamente ripreso negli anni dalla DC Comics (sette eroi di secondo piano si uniscono contro una minaccia apocalittica; uno di loro morirà e un altro li tradirà), Grant Morrison imbastisce un originale progetto costituito da un numero 0 come introduzione e un numero 1 come epilogo, con in mezzo sette miniserie di quattro numeri ciascuna dedicate ai membri di questo “non-gruppo”, da leggere secondo la sequenza d’uscita.
Ogni miniserie rappresenta un omaggio a un particolare genere della narrativa popolare e la divertita e metanarrativa iconoclastia di Morrison si manifesta anche nel fatto che i sette protagonisti non si incontrano mai.

The Miser’s Coat in Seven Soldiers of Victory 1 (2006). Grant Morrison (T), disegnatori vari (D).
Grant Morrison introduce la storia dell’ultimo episodio dialogando direttamente col lettore in un paio di occasioni.

Fuori tema: fumettisti non d’invenzione: citazioni, caricature, camei; fumetti biografici; metafumetti e autoreferenzialità; parodie
METAFUMETTI E AUTOREFERENZIALITA’ (pag. 64)

LA SPEDIZIONE DEI 1000 SECONDI
(Italia 1990, in Comic Art, © Walt Disney Company, umorismo)
Disney University [autori vari]

Lavoro collettivo realizzato in occasione di Lucca 1990 (poi pubblicato su Comic Art 77 del marzo 1991) dagli allora collaboratori della Disney University, uno studio interno alla neonata Disney Italia voluto da Giovan Battista Carpi per formare le nuove leve e dare uniformità ai loro lavori: a ogni disegnatore è assegnata la realizzazione di una tavola a fumetti.
Paperone e Rockerduck, consapevoli di trovarsi in un fumetto, viaggiano nel tempo per raggiungere Lucca dove dovrebbero trovare un rimedio alle pulci mangia-carta (che oltre ai soldi divorano anche i bordi stessi delle vignette) come da istruzioni del ricattatore che le ha sguinzagliate.
Tutti i disegnatori di questo cadavre exquis sono oggi affermati professionisti.

4 commenti:

  1. Il cadavre exquis ( a.k.a. Il Morto da noi, Deadman negli USA ndr ) di GrantMa Son of Seven Soldiers of Air è il frutto di un esperimento CIA andato oltre il famigerato MK Ultra. Una pulce mangia carta che è un cartoonist nanite che sguinzaglia le idee e le ricatta e racatta perchè infestino il multiverso.

    RispondiElimina
  2. Il caldo si fa sentire. Ciao. Graz.

    RispondiElimina
  3. Forse non sono Graz quanto Grant.

    RispondiElimina